Anteprima
Tools
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

E' uscita il nuovo numero di Scienza&Sport, l'ultimo di questo anno così particolare. Particolare non solo per l'emergenza sanitariA che continuamo a vivere ma particolare anche per la stessa casa editrice. 

Come scrive il nostro direttore in apertura di rivista "Questo numero di Scienza&Sport segna un importante passo per la nostra casa editrice. Una “sana rivoluzione” ci ha coinvolto, con un cambio ai “vertici” dell’azienda. Gli storici proprietari, Marco Sbernadori e Antonio Brazzit, hanno – in gergo sportivo – passato il testimone e nuovi soci hanno accettato questa nuova e interessante sfida. Un ringraziamento a entrambi che hanno voluto ben 12 anni fa (il numero “0” di S&S di luglio 2008 ed stato allegato a Il Nuovo Calcio) la nascita di questa rivista, un “in bocca al lupo” ai sette soci (me compreso) per il futuro. Nella rivista tutte le “novità” di questo passaggio di proprietà, che vuole portare freschezza, entusiasmo e idee innovative, tra cui importanti sviluppi digitali, mantenendo la competenza e la professionalià che ci hanno sempre accompagnato."

Venendo a questo numero, il quarantottesimo, evidenziamo l’articolo “postumo” di Enrico Arcelli, curato dai colleghi Antonio Dotti, Luca Cavaggioni e Fabrizio Anselmo, dedicato all’allenamento con “salite e discese”, tanto caro al “dottore”. La metodologia dell’allenamento viene poi messa al centro della nostra attenzione: Ermanno Rampinini tocca l’argomento degli effetti del “caldo” su training e performancenegli sport di squadra, Michele Marro parla di carico interno, Giulia Tebaldi dell’alta intensità con protocolli Tabata e Fabrizio Anselmo della scala di Borg. Pallacanestro, sci alpino, l’immancabile calcio e atletica leggera le altre discipline che abbiamo trattato in questo numero, oltre a uno scritto particolare di Simonelli-Parisse sul ruolo della statistica per i professionisti dello sport.