In questo articolo di Giorgio Polin, preparatore atletico di pallavolo serie B1, si parla del legamento crociato anteriore che forma insieme al legamento crociato posteriore una struttura di sostegno fondamentale che mantiene stabile l’articolazione del ginocchio durante tutti i suoi movimenti. Insieme questi due legamenti contribuiscono al mantenimento in loco della tibia, senza che questa scivoli in avanti o all’indietro quando sottoposta a trazione dai muscoli anteriori e posteriori della coscia.

Uno dei fattori di rischio principali per la lesione del legamento crociato anteriore è rappresentato dalle situazioni di cosiddetto valgo dinamico. In ambito sportivo e sopratutto a livello femminile, questa situazione di valgismo dinamico si verifica con molta frequenza e questo contribuisce a mettere sotto stress la struttura legamentosa, aumentando cosi il rischio di lesione.

Leggi l'abstract:

La lesione del legamento crociato anteriore è un infortunio molto diffuso nel mondo della pallavolo femminile. Come prevenirlo attraverso un programma d’esercizi, basato sulla tecnica di landing, da utilizzare durante tutto l’arco della stagione. Il programma è stato realmente utilizzato da una squadra di pallavolo femminile di Serie B1.

In questo articolo, Domenico de Gennaro ci parla della preparazione fisica nella pallavolo e di come il volley di alto livello richieda un’attenta periodizzazione dell’allenamento ed un’analisi delle esigenze dei singoli atleti, spesso coinvolti anche nella pianificazione delle rispettive nazionali e dei conseguenti impegni internazionali. La fase pre-season, pertanto, diventa significativa se si vogliono prevedere eventuali infortuni da sovraccarico o eventuali fasi della stagione agonistica laddove, per motivi logistici, diventa difficile strutturare microcicli di allenamento adeguati.

Leggi l'abstract: La preparazione atletica nella pallavolo di èlite richiede un’attenta periodizzazione dell’allenamento.Si descrivono le finalità e gli aspetti caratterizzanti la preparazione atletica nella pallavolo maschile, differenziando gli aspetti rilevanti la fase pre-agonistica da quella agonistica. Si distinguono fasi e contenuti, descrivendo nel dettaglio i diversi microcicli di allenamento

Questo articolo, a firma di Federica Lucarelli, Paola Vago e Francesco Casolo, presenta una ricerca che osserva la correlazione tra l'emozione provata dalle giocatrici di pallavolo e il risultato della competizione sportiva. È stata presa in esame la Igor Volley Novara, analizzando due partite emblematiche, tramite osservazione; analisi e codificazione di ogni espressione facciale.

 

Leggi l'abstract:

La ricerca osserva se esiste una correlazione tra emozione provata dalle giocatrici e risultato della competizione sportiva. È stata presa in esame la Igor Volley Novara, analizzando due partite emblematiche, tramite osservazione; analisi e codificazione di ogni espressione facciale. Risulta che le espressioni facciali relative alla gioia e alla sorpresa favoriscono un abbassamento della tensione e la gestione dello stress, senza di esse la squadra non mantiene un equilibrio emotivo in campo. 

 

 

Giorgio D'Urbano, attuale preparatore fisico della nazionale di pallavolo senior maschile, nel numero di ottobre di Scienza&Sport parla delle caratteristiche fisiche che contradistingono il pallavolista, esaminando le diverse qualità che ne determinano il modello prestativo.

Abstract: L’articolo è un riassunto delle caratteristiche fisiche che contraddistinguono il pallavolista e delle qualità fisiche che ne determinano il modello prestativo. Si tratta di uno screening approfondito in cui l’analisi dei requisiti è completata dalla proposta delle esercitazioni specifiche atte al miglioramento di ogni singola proprietà fisica e alla performance generale. Non mancano alcuni spunti personali dell’Autore in cui vengono messi in evidenza i “cambiamenti” rispetto alla metodica tradizionale in uso nella maggior parte dei club di appartenenza degli atleti della Nazionale italiana maschile senior.

 

In Collaborazione